Come difendersi dal caldo a tavola

Lalimentazione può influenzare la resistenza al caldo?

Certamente! Più di quanto pensi.

Sia il cibo sia lo stile di cottura possono portare calore o fresco nel nostro corpo, quindi aiutarci a resistere al caldo, oppure peggiorare le cose.

Se in estate soffri molto il caldo, hai bisogno di aria condizionata in continuazione e sudi molto, probabilmente hai accumulato nel corpo troppo calore durante l’anno e spesso addirittura durante tutta la vita.

Questa situazione può essere modificata a tavola, privilegiando alimenti rinfrescanti e riducendo quelli riscaldanti. In generale possiamo dire che il cibo di origine animale riscalda, mentre quello vegetale rinfresca.

Quindi in estate è utile ridurre o meglio ancora eliminare il cibo di origine animale come salumi, carne, uova, formaggi stagionati e consumare moderatamente pesce, crostacei e molluschi, prodotti da forno e grano saraceno. Meglio dunque consumare i cibi che rinfrescano quali orzo, verdura cruda, frutta cruda, kanten di frutta, succhi ed estratti, acqua fresca (ma non fredda di frigo!).

I succhi e gli estratti sono utili, ma possono non essere adatti a tutti, soprattutto se consumati ogni giorno.

Se il freddo che portiamo nel corpo è troppo, ha un effetto indebolente, soprattutto sul tubo digerente e il sistema immunitario.

Quindi per chi ha problemi di debolezza del tubo digerente come colite o reflusso, oppure problemi di raffreddore frequente o sinusite o ancora disturbi più importanti come asma, psoriasi e malattie autoimmuni, i succhi e gli estratti sono sconsigliati.

Per tutti gli altri sono utili in estate, senza esagerare e preparandoli soprattutto con la verdura.

I cibi che creano troppo freddo:

Gelati, granite o ghiaccioli e bibite ghiacciate.

Anche se la tentazione è forte, questi cibi non andrebbero usati ogni giorno, ma solo ogni tanto, in modo da non introdurre troppo freddo.

Va bene quindi concedersi un gelato ogni tanto, ma non tutti i giorni.

Meglio un kanten! Che sotto forma di mousse può sostituire il gelato!

I kanten di frutta sono gelatine dolci a base di agar agar, molto leggere e rinfrescanti.

L’agar agar rinfresca il corpo, ma non solo. È lubrificante sull’intestino, rallenta l’assorbimento del glucosio, protegge la mucosa del tubo digerente e aiuta a dimagrire. Quindi in estate è meglio utilizzare queste gelatine come dolci dopo i pasti o merende, piuttosto che i prodotti da forno, dal forte potere riscaldante. La gelatina può essere frullata per ottenere una mousse.

E cereali e legumi?

Sono in equilibrio. Creano un calore leggero e buono, adatto tutto l’anno! Con una piccola nota: il grano saraceno riscalda molto, quindi è più adatto d’inverno. L’orzo è il cereale più rinfrescante, quindi perfetto per l’estate!

In più i legumi tengono sotto controllo il colesterolo cattivo, contribuendo a ridurre l’incidenza di malattie metaboliche e cardiovascolari, grazie al basso indice glicemico, che li rende adatti anche ai diabetici. Quindi via libera a questo cibo prezioso, a patto però di consumarlo insieme ai cerali, per compensare l’assenza di alcuni aminoacidi essenziali come la lisina e la cisteina.

Anche lo stile di cottura

influisce sul caldo

Ci sono cotture che portano molto calore nel corpo, altre che scaldano meno e sono quindi più adatte all’estate. La cottura che crea più calore di tutte è la grigliatura. Pensa ai barbecue estivi di carne! Una vera fabbrica di calore! Cuocere alla griglia un cibo di per sé molto riscaldante è davvero problematico, soprattutto se già soffri molto il caldo. In estate è meglio scottare velocemente, saltare in padella e cuocere al vapore. Questi stili di cottura creano poco calore e quindi ti aiutano a sopportare il caldo. Ovviamente va benissimo la verdura cruda, molto rinfrescante e anche le verdure fermentate e pressate.

E se devi proprio grigliare… perché del barbecue di ferragosto non puoi fare a meno, griglia le verdure!

Il pranzo estivo perfetto?

Zuppa di miso tiepida, insalata fresca di orzo decorticato, hummus di ceci, verdure crude e mousse di frutta.

Una gustosa

bevanda alternativa?

Tra le bevande estive che possiamo preparare da soli c’è quella allo zenzero, consigliata perché buona, tonificante, e digestiva. Per prepararla servono zenzero fresco, zucchero, acqua (1 litro o 1/2 litro) e del limone che la rende ancora più fresca e dissetante. Dopo aver tagliato e fatto bollire lo zenzero per almeno 10 minuti, in acqua, filtriamolo e lasciamo che raffreddi per poi aggiungete il limone e la dose di zucchero che serve, oltre ad un po’ di ghiaccio. Provare per credere… anzi, cucinare per credere!

· DEALMA FRANCESCHETTI

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *