Rimedi Naturali per l’Asma

Dal 1985 ad oggi i casi di asma e rinite allergica sono raddoppiati sia a causa dell’inquinamento sia dello stile di vita errato, soprattutto per i bambini.

Il dato ci porta a riflettere proprio sulle abitudini quotidiane in quanto un bambino su dieci soffre di crisi asmatiche e ad ogni aumento del 20% dell’indice di massa corporea i sintomi possono peggiorare, perché l’accumulo di grasso promuove risposte infiammatorie e riduce l’afflusso d’aria nelle vie respiratorie. Approfondiamo l’argomento rispetto al significato di questa problematica e a quali rimedi naturali per l’asma possiamo utilizzare.

L’asma i sintomi e le cause

L’asma si genera a causa di un restringimento momentaneo delle vie respiratorie, infatti la muscolatura dei bronchi si contrae e si gonfia rendendo difficoltosa la respirazione. La crisi asmatica è caratterizzata da un aumento dell’intensità della tosse soprattutto secca, costrizione al torace, fiato corto e respirazione sibilante, senso di soffocamento, aumento del nervosismo e dell’irrequietezza e, in alcuni casi, fatica a parlare.

I fattori che scatenano la crisi asmatica variano da persona a persona; il pelo degli animali, la polvere, l’utilizzo di detersivi chimici, vernici e colle, l’inquinamento, il fumo, anche passivo, sono tra le maggiori cause scatenanti riconosciute dalla scienza medica.

Il 75% dei bambini che ne soffre ha intolleranze alimentari soprattutto al glutine e ai latticini, ma proviamo ad osservare quali aspetti analogici presenta questa problematica.

Secondo Milena Simeoni, direttrice Lumen, l’asma, essendo un’infiammazione cronica dei bronchi, analogicamente esprime un conflitto radicato tra lasciar entrare e uscire il mondo invisibile circostante. Il tema del saper donare il proprio mondo invisibile è spesso il punto centrale del soggetto asmatico che, non svuotando appieno i suoi polmoni, non può riempirli di nuova aria.

Possiamo riflettere sul fatto che l’asmatico ha difficoltà a creare scambio tra ciò che vive interiormente e l’esterno e a condividere i propri stati psico-emotivi con chi gli è accanto creando difficoltà respiratorie e senso di oppressione al petto, analogicamente ritenuto il centro del piano emotivo, presentando talvolta difficoltà a parlare, quindi ad esprimere ciò che sente.

Rimedi naturali per l’asma

In caso di una crisi asmatica in corso, seguendo il metodo di respirazione del medico ucraino Konstantin Buteyko, esperto in tecniche respiratorie, impegnati a fare respiri lenti e profondi.

In particolare consiglia l’esercizio respiratorio 4-7-8 per diminuire l’insorgenza dell’asma.

Puoi eseguirlo in qualsiasi posizione: tieni la schiena dritta e i piedi sul pavimento.  Metti la punta della lingua dietro all’arcata dentale superiore anteriore, inspira lentamente dal naso ed espira altrettanto lentamente dalla bocca, in modo da far passare l’aria attorno alla lingua.

Fai l’esercizio almeno due volte al giorno, ma mai più di 4 cicli respiratori consecutivi per il primo mese, dopo di che puoi estenderli a 8.

Tra i tanti rimedi naturali per l’asma, uno dei più consigliati è il decotto di zenzero, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, decongestionanti ed espettoranti.

Metti in un pentolino di acqua fredda circa 4 fettine di zenzero dello spessore di un centimetro, bucherellate in precedenza con uno stuzzicadenti e porta il tutto a ebollizione per circa 20 minuti. Bevi il decotto appena la temperatura lo permette nelle dosi al massimo di 4 tazze al giorno.

Alcuni studi clinici hanno dimostrato che l’utilizzo della vitamina C è particolarmente utile in caso di asma, infatti le sue proprietà antiossidanti proteggono dai radicali liberi, è essenziale per la produzione di collagene, aiuta a riparare i tessuti connettivi, aumenta l’immunità, agisce come anti-infiammatorio e aiuta a respirare meglio, perché prolunga la vita dell’ossido nitrico, un fattore miorilassante della muscolatura liscia nel corpo.

I cibi maggiormente consigliati sono gli agrumi, le fragole, i broccoli e le verdure a foglia verde.

Le spezie, oltre a dare sapore ai cibi che cucini, riducono i processi infiammatori. Come rimedi naturali per l’asma le spezie maggiormente consigliate sono: zenzero, cannella, basilico, chiodi di garofano, curcuma, aglio, cipolle e curry. Ricorda di non esagerare con la quantità, il sapore si deve percepire in bocca, ma non deve sovrastare il gusto degli altri alimenti. “L’attività fisica è un efficace strumento di prevenzione e, spesso, la migliore medicina”. Sergio Bonini, Professore di Medicina Interna all’Università di Napoli, Consiglio Nazionale delle Ricerche di Roma, sostiene che questa problematica non sia un limite per tanti campioni sportivi, infatti atleti allergici e asmatici ci sono in tutti gli sport. Il 40% dei calciatori di cinque squadre di serie A prese in esame, fino al 50% negli sport invernali, campioni come Antico e Di Centa e tanti altri presentano questo disagio.

Bonini consiglia di fare attività fisica e ricorda che sono indicati pressoché tutti gli sport purché si faccia una visita medica di idoneità all’attività sportiva, si evitino sforzi eccessivi a basse temperature, si svolgano un corretto riscaldamento e un’adeguata fase defaticante e si eviti di praticare in un ambiente ad alta concentrazione di inquinanti o fattori ai quali si è sensibili.

Un’esperienza personale

Due anni fa una mia cara amica ripresentò un attacco asmatico che da tanti anni non aveva più.

Facendo un trattamento kinesiologico osservai che il respiro migliorò quando trattai il riflesso neurolinfatico del diaframma.

Osservando questo muscolo, che strutturalmente partecipa alla respirazione funzionando come un mantice che muovendosi permette ai polmoni la funzione respiratoria, compresi che, analogicamente, all’interno della cavità toracica, separa in modo armonioso ciò che sta in alto (cavità toracica) con ciò che sta in basso (cavità addominale).

Quando nella vita stiamo vivendo una separazione di qualsiasi natura in modo non armonioso, una relazione di coppia, con la famiglia d’origine, amicale, affetti ecc., allora si blocca la possibilità di respirare in modo naturale e, se comprendiamo che l’atto respiratorio comporta lo scambio tra interno ed esterno, ossigeno e anidride carbonica, possiamo pensare che tutto l’apparato respiratorio ne sarà coinvolto.

Tornando al caso sopraccitato, osservai che la persona coinvolta stava vivendo una separazione. Così dopo aver compreso cosa stava alla base di questo disagio, ed averlo risolto, i sintomi cominciarono ad alleviarsi fino a sparire definitivamente.

Quando un bambino presenta una problematica asmatica, oltre ad utilizzare i rimedi naturali per l’asma descritti sopra, sarebbe utile osservare se sta vivendo una separazione di qualsiasi natura e in quale modo sta affrontando questa situazione.

Ricordiamo sempre che le situazioni per un adulto possono essere prive di significato, ma per i bambini possono essere vissute come “macigni” pesanti e opprimenti, quindi dobbiamo muoverci con delicatezza e comprensione rispetto al vissuto dei più piccoli.

Tratto dal blog di LUMEN www.naturopatia.org/blog

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *