La natura in aiuto alla donna

Esistono piante che per le loro proprietà o per il loro utilizzo risultano specifiche per il benessere, soprattutto per il benessere della donna e sono quelle piante dette “femminili” che venivano utilizzate fin dall’antichità. Sappiamo che i sintomi premestruali e i disturbi durante il ciclo possono influenzare in senso negativo la sfera emotiva della donna, e portare ad una debilitazione fisica. Radici, rizomi, rametti, foglie, gemme e fiori sono parti fondamentali delle piante che la natura offre per poter preparare rimedi e coglierne l’essenza per curare, fare medicamenti, alleviare piccoli

Idroterapia e Metodo Kneipp: l’acqua al servizio della salute

Immaginate di essere gli inventori di un farmaco in grado di curare contemporaneamente ipertensione, mal di testa, artriti, allergie e asma, probabilmente si tratterebbe della scoperta del secolo! Ebbene non ci crederete ma questo “rimedio” esiste già in natura: si chiama acqua. L’importanza dell’acqua per il corpo umano Il corpo umano è composto per la gran parte di acqua in percentuali diverse a seconda dell’età, della costituzione, del tipo di alimentazione. Da giovani siamo decisamente più ricchi d’acqua, soprattutto nei tessuti molli, nella pelle e nei tessuti connettivi e sottocutanei.

Come promuovere il benessere lavorativo

Il concetto di benessere ha assunto negli anni una connotazione più ampia e completa con specifico riferimento allo stato di buona salute fisica, psichica e mentale. Tale condizione è determinata dalla capacità del nostro organismo di adattarsi, attraverso i recettori sensoriali, alle condizioni ambientali per raggiungere lo stato di equilibrio ideale. La relazione armonica tra uomo e ambiente è il risultato di un processo di adattamento a molteplici fattori che dipendono dallo stile di vita delle persone ma anche e soprattutto dalla salubrità dei luoghi in cui ci si trova

Stress da lavoro: sintomi, cause e rimedi

Nella medicina del lavoro lo stress ‘lavoro-correlato’ viene definito come la percezione di squilibrio avvertita dal lavoratore quando le esigenze dell’ambiente lavorativo eccedono le capacità individuali per fronteggiare tali richieste, portando inevitabilmente nel medio-lungo termine ad un vasto spettro di sintomi o disturbi che vanno dal mal di testa, ai disturbi gastrointestinali, dalle patologie del sistema nervoso ai disturbi del sonno, nevrastenia, sindrome da fatica cronica fino a casi di burn-out o collasso nervoso. Lo stress ‘lavoro-correlato’ può interessare potenzialmente ogni luogo di lavoro e ogni lavoratore in quanto causato

Lo stile di vita influenza il nostro DNA

Il DNA è la macromolecola biologica che contiene tutte le informazioni necessarie al corretto sviluppo e adeguato funzionamento delle cellule di un organismo vivente. Il DNA è funzionale alla generazione delle proteine, costituite da catene di amminoacidi indispensabili nel regolare i meccanismi biochimici necessari alla vita. Gli organismi eucarioti (l’essere umano è tra questi) possiedono, nel nucleo di ogni loro cellula, una specifica molecola di DNA, organizzata in distinti tratti sequenziali detti cromosomi che costituiscono la sede dei geni ove sono memorizzati i codici essenziali per la definizione di ciò

Svelati i benefici della respirazione profonda

Il respiro non è solo un atto fisiologico che ci permette di vivere attraverso lo scambio dei gas fra il nostro organismo e l’ambiente esterno, ma possiede anche il potere di influenzare emozioni e stress. Le prove scientifiche degli effetti calmanti della respirazione profonda sono arrivate da un team di ricercatori della Stanford University School of Medicine che sono riusciti a identificare una sub-popolazione neuronale generatrice dei ritmi respiratori primari, in grado di regolare i rapporti fra la respirazione e le attività cerebrali superiori connesse a uno stato di calma

Paracelso e il codice della natura

La natura è il medico, non tu. Da lei devi prendere ordini, non da te. Cerca solo d’imparare dove sono i suoi farmaci, dove le sue virtù sono scritte e in quali scrigni sono riposte”. Secondo Paracelso (1493-1541) medico naturalista e filosofo svizzero, la natura causa e cura le malattie ed è quindi necessario che il medico conosca i processi della natura, l’uomo invisibile al pari dell’uomo visibile. Paracelso si pone una domanda decisiva ovvero se i processi che appaiono davanti ai nostri occhi sono realmente così come li vediamo