L’arte di amare e vivere felici

Qual è il segreto per mantenere vivo il desiderio nella vita di coppia? Come gestire lo stress correlato al lavoro? Quali sono le scelte da fare per costruire relazioni umane soddisfacenti ed essere sereni? Sono solo alcune delle sacrosante domande alle quali intendiamo rispondere con il nuovo numero di Panacea che si focalizza sul tema più dibattuto in questo inizio 2018: come possiamo vivere felici? Il malinteso nasce proprio dal modo in cui ci si pone la domanda. Perché la felicità come l’amore non è qualcosa che si può perdere

Ripartire dal fondo per rivedere la luce

Spesso non ci accorgiamo di quanta zavorra ci portiamo addosso. Ci appesantiamo giorno dopo giorno un po’ in tutti i sensi: il nostro corpo diventa più grasso, il numero di pensieri che ci rende confusi e nervosi aumenta, la sofferenza e la frustrazione divengono progressivamente insostenibili. Questo meccanismo vizioso è padre di effetti devastanti e figlio di abitudini distruttive: troppo cibo, poco sonno, troppi automatismi, poca spontaneità troppa competitività e pochi sogni. L’unica vera zavorra che ci impedisce di spiccare il volo è quella che materializziamo noi stessi accumulando elementi

Corpo umano svelato un nuovo organo: si chiama interstizio

L’atlante di anatomia ha bisogno di essere aggiornato. È stato infatti scoperto un nuovo organo, tra i più grandi del corpo umano: si chiama interstizio e non è altro che una fitta rete di tessuti interconnessi e pieni di liquido. Si trova diffuso in tutto l’organismo, sotto la pelle e nei tessuti che rivestono l’apparato digerente, i polmoni, i vasi sanguigni e i muscoli. Agisce come un vero e proprio ammortizzatore, ma la sua presenza potrebbe spiegare anche molti fenomeni biologici come la diffusione dei tumori, l’invecchiamento della pelle, le

Come promuovere il benessere lavorativo

Il concetto di benessere ha assunto negli anni una connotazione più ampia e completa con specifico riferimento allo stato di buona salute fisica, psichica e mentale. Tale condizione è determinata dalla capacità del nostro organismo di adattarsi, attraverso i recettori sensoriali, alle condizioni ambientali per raggiungere lo stato di equilibrio ideale. La relazione armonica tra uomo e ambiente è il risultato di un processo di adattamento a molteplici fattori che dipendono dallo stile di vita delle persone ma anche e soprattutto dalla salubrità dei luoghi in cui ci si trova

Cercivento… tra radici longobarde e sentieri delle streghe

Cercivento (Çurçuvint in dialetto friulano) è uno dei 28 comuni della Carnia, la regione montana Nord-Occidentale del Friuli Venezia Giulia. Situato a 607 m. di quota, alla confluenza della Valcalda con la Val Bût, il suo nome è di provenienza incerta. Le origini dell’insediamento antico di Cercivento risalirebbero già all’epoca longobarda dove ricoprì il ruolo di importante presidio militare. Il luogo venne citato per la prima volta nel 1296 e nel 1338 fu fondata la pieve di San Martino. Cosa visitare Cercivento è un tipico borgo montano e conserva molte

I pilastri di una sana alimentazione

“Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”, disse Ippocrate fondatore della medicina clinica nel lontano 440 a.C. Egli arrivò a questo assunto proprio grazie alla grande capacità di analisi basata sul principio dell’osservazione, deducendo che la salute non è altro che un equilibrio interno fra psiche, ambiente ed umori corporei. Pertanto la scoperta fu che cambiando alimentazione si modificavano una serie di fattori fra i quali gli umori stessi e quindi la chimica corporea. Potevano essere promossi processi infiammatori oppure al

Occhi specchio dell’anima e del nostro corpo

Non esistono al mondo due individui con iridi identiche tra loro: le nostre iridi infatti sono uniche come le nostre impronte digitali. Il loro colore e le loro variazioni strutturali costituiscono la prova, geneticamente stabilita, della nostra unicità. Tutto ebbe inizio da una civetta. Un giorno l’adolescente Ignatz Von Peczely si imbattè in una civetta intrappolata nel suo giardino e decise di prendersene cura. Osservando l’animale notò in un’area dell’iride del volatile un segno scuro che, man mano che la cura procedeva, diventava sempre più sbiadito, come a testimoniare un

I Cristalli e la terapia dei colori

È ormai risaputo che cristalli e pietre preziose posseggono svariate proprietà terapeutiche. Ma come possono questi frammenti di materia esercitare le loro proprietà benefiche sul nostro organismo senza essere ingeriti o inalati? La risposta arriva se si abbandona l’idea, diffusa quanto erronea, che identifica l’uomo solamente con il corpo fisico. Da oltre un secolo infatti è ben noto nel campo della fisica il fatto che ogni corpo, organismo o materiale, sia esso animato o inanimato, è attorniato da un campo energetico detto anche aura. Il nostro organismo infatti irradia luce. Ogni

Comitato Tecnico Scientifico della Regione Lombardia

Il Comitato Tecnico Scientifico delle Discipline Bio-Naturali (CTS DBN) è una realtà unica in Italia: frutto della legge regionale 2/2005, è costituito da rappresentanti di tutti gli Enti di Formazione e dalle Associazioni di Operatori che richiedono di farne parte. Esperienza pilota, è l’organo consultivo della Regione in materia di Discipline Bio-Naturali e, negli anni, si è prestato ad ogni altra regione che voglia promulgare leggi e regolamenti sull’argomento, facendo tesoro della sua esperienza acquisita. Per i Professionisti, rappresenta l’opportunità per lavorare insieme, per condividere e diffondere le Discipline Bio-Naturali

Il sambuco, un prezioso alleato contro le malattie da raffreddamento

Il sambuco (Sambucus nigra) è un grazioso albero perenne, della famiglia delle Caprifoliaceae. Cresce spontaneo o anche coltivato, dalla pianura fino alle aree submontane in Europa centrale e meridionale e si presenta come arbusto o piccolo albero che può arrivare anche a 10 metri di altezza. Proprietà benefiche del sambuco Il sambuco è un ottimo diaforetico, diuretico, antinevralgico, lassativo, emolliente, stimolante della secrezione bronchiale, antinfiammatorio della mucosa nasale, febbrifugo, topico emolliente soprattutto in caso di ustioni. Questa preziosa pianta rinforza le difese immunitarie ed è un’ottima alleata in caso di

Un amico prodigioso… il microbiota

Il più complesso ecosistema naturale è nascosto all’interno del nostro intestino: si chiama microbiota ed è costituito dall’insieme dei microrganismi che si trovano nel tubo digerente dell’uomo. Qui vivono 40 mila specie differenti di microrganismi, i più numerosi dei quali sono batteri seguiti da miceti e virus. Ogni microbiota ha circa 3,3 milioni di geni, cioè 100 volte il numero dei geni presenti nel genoma umano per questo motivo  il microbiota potrebbe essere considerato un organo a tutti gli effetti. Le specie batteriche presenti nel microbiota variano da una popolazione